Fettine scure e dal cattivo odore? Ecco quanto dura la carne in frigo e come conservarla al meglio

Quante volte ti è capitato di dover buttare via la carne perché aveva assunto un cattivo odore? Purtroppo, con il passare del tempo la carne perde freschezza e c’è una grande percentuale di rischio che sviluppi muffe e lieviti, nonché di una vera e propria proliferazione batterica.

Per questo è molto importante, non solo sapere quanto dura la carne in frigo, ma anche come conservarla correttamente.

Quanto dura la carne fresca in frigo?

tempi di conservazione della carne fresca e cruda in frigorifero, variano in base alla composizione, al tipo di carne e al taglio in questione.

In generale, è buona norma consumare la carne cruda lo stesso giorno dell’arrivo o al massimo entro 24 ore dalla consegna, ma alcuni tipi (come fettine, bistecche, spezzatino) possono rimanere in frigopiù a lungo. Ad esempio:

  • Pollo e tacchino 48 ore.
  • Maiale e manzo (tagliato a fettine) 4 giorni.
  • Tagli grossi e arrosti 7 giorni.

È essenziale però, che durante la permanenza nel frigorifero, la carne rimanga “chiusa” in bustine per alimenti, protetta con pellicola o stagnola (per evitare che il succo possa fuoriuscire e contaminare altri alimenti) e posta nel ripiano più basso, nel quale la temperatura è più bassa.

Inoltre, quando si conserva la carne in frigo è necessario seguire alcune importanti indicazioni:

  • Non collocare carne cruda e carne cotta vicine per evitare la contaminazione incrociata, ovvero il trasferimento di batteri da un tipo di carne all’altro.
  • Non trasferire direttamente la carne dal frigo alla padella in modo da non esporla ad un netto cambiamento di temperatura.

… e quanto dura la carne sottovuoto in frigo?

Per allungare i tempi di conservazione in frigo, un ottimo metodo è quello del sottovuoto domestico che, pur non raggiungendo la durata del sottovuoto industriale, consente di mantenere la carne in frigo fino a 7 giorni.

Il sottovuoto, quindi, costituisce un’alternativa valida, ma comunque per la carne destinata ad essere consumata in breve tempo.

Congelamento o surgelamento?

Abbiamo visto quanto dura la carne in frigo e capito che l’ideale sarebbe consumarla fresca, ma questo non sempre si rivela possibile. Ecco perché, per conservarla è meglio affidarsi a due tecniche: congelamento e surgelamento della carne. Ma qual è la differenza?

In entrambi i casi ci si riferisce a una tecnica che prevede un abbassamento drastico della temperatura di un alimento, che avviene con l’obiettivo di conservarlo più a lungo possibile. Tuttavia, questi due metodi sono ben distinti:

  • Il congelamento è il classico sistema “fai da te” che porta, progressivamente e lentamente, l’alimento a una temperatura sotto i 0° C,con la conseguente formazione di grossi cristalli di ghiaccio che causano danni alla struttura biologica, intaccando i valori nutritivi e organolettici.
  • Il surgelamento è una tecnica industriale di congelamento ultra rapida ed efficiente, che porta la carne a raggiungere in brevissimo tempo i -18°C, consentendo la formazione di micro-cristalli di acqua, che non danneggiano la struttura biologica dell’alimento e che lascia intatte le strutture organolettiche e nutrizionali, senza intaccare sapore, tenerezza e succosità originali. Inoltre, il surgelamento abbatte notevolmente la carica batterica.

Perché scegliere Marchese Store?

Ora che conosci i vantaggi del surgelamento istantaneo di tipo industriale, affidati a Marchese Store, perché la nostra carne arriverà a casa tua congelata con questa tecnica, sigillata in appositi sacchetti sottovuoto che dovrai solo posizionare in freezer, dove potranno essere conservati per 6 mesi.